logoPartecipareCondividerIl Collegio dei Docenti dell’IIS Moro ha approvato per il secondo anno consecutivo – visto il riscontro più che positivo della prima edizione – il progetto  Partecipare e condividere per rendere autonomi gli studenti nel loro percorso formativo e affiancare e completare il lavoro di recupero svolto dai docenti.

 

All’interno dell’offerta formativa sono compresi dei momenti di recupero con lo scopo di ristabilire l’interesse verso il percorso di studio scelto oppure con l’obiettivo di colmare le lacune didattiche.

Il Collegio dei Docenti del 12 dicembre 2014 ha individuato le seguenti forme di recupero:

– in itinere: si intende la sospensione della programmazione curricolare per ripasso collettivo di argomenti pregressi, mirata all’individuazione e al superamento delle difficoltà emerse in sede di verifica e di svolgimento delle lezioni.

NB Si considera recupero in itinere anche la risoluzione di esercizi assegnati come compito finalizzati ad una verifica e la correzione individuale o collettiva al momento della consegna di una verifica.

– Recupero individualizzato in itinere: si intende un intervento didattico individualizzato, in base alle carenze riscontrate.

– Sportello : consiste in incontri in orario extracurricolare con gruppi non superiori agli otto studenti, previa prenotazione da parte degli studenti sul modulo apposito, da tenersi in giorni stabiliti dall’insegnante

– IDEI: corrisponde a un corso di recupero in orario extrascolastico con gruppi di studenti superiori alle otto unità e non oltre le quindici unità a seconda delle esigenze rilevate dall’insegnante. Viste le riduzioni di fondi questa tipologia è, di norma, prevista solo per la fase di recupero estivo per gli allievi con sospensione di giudizio. Durante l’anno scolastico è attivabile nei seguenti casi eccezionali:

— nelle classi prime in presenza di evidenti carenze nei prerequisiti di base di una parte consistente della classe
— evidenti carenze nei prerequisiti di tutta la classe causata da anomala alternanza di insegnanti nell’anno precedente
— carenze da colmare in situazione di prolungata assenza dell’insegnante titolare al fine di recuperare il collegamento didattico

Gli  Sportelli e gli IDEI sono attivabili per le seguenti materie:

Biennio Liceo Italiano, latino, inglese, matematica, fisica, disegno, informatica
Triennio Liceo Italiano, latino, inglese, matematica, fisica, disegno, chimica, informatica
Biennio ITIS Italiano, inglese, matematica, tecnologia
Triennio ITIS Italiano, inglese, matematica;

Indirizzo Meccanica, Meccatronica e Energia: Meccanica, macchine ed energia,  Sistemi e automazione,  Tecnologie meccaniche di processo e prodotto

Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica: Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici, Elettronica ed Elettrotecnica, Sistemi automatici.

Gli sportelli vengono gestiti con le seguenti modalità:
– numero di ore prefissato
– prenotazione da parte dello studente
– periodo aprile – maggio
– collegamento eventuale con un progetto di educazione alla pari (fra studenti).

 Per le varie attività di recupero è previsto un monte ore minimo complessivo secondo il seguente prospetto:

Materie Totale
a 66 ore Min. 8 ore
a 99 ore Min. 12 ore
a 132 ore Min. 16 ore
a 165 ore Min. 20 ore

NB

1) La scelta delle modalità di recupero è a discrezione dell’insegnante; il recupero può essere svolto anche totalmente in itinere rispettando il totale minimo di ore.

2) L’attivazione degli Sportelli e degli IDEI deve essere comunicata dal docente alle famiglie tramite informazione scritta dagli studenti sul libretto personale, indicando almeno il genere di attività di recupero e la data d’inizio.

3) Per le classi Quinte si prevede la possibilità di sviluppare tutta l’attività di recupero in itinere e utilizzare le ore destinate a Sportello /IDEI di ciascuna materia per lo sviluppo di approfondimenti e potenziamenti.

4) Si sottolinea con insistenza la necessità che i Dipartimenti delle diverse discipline, in caso di necessità d’attivazione di recuperi in forma di IDEI, accorpino il più possibile studenti appartenenti a medesimi anni di corso e a sezioni diverse, in modo da risparmiare fondi e razionalizzare le risorse, tenendo conto del generale rispetto condiviso e diffuso dello svolgimento di una programmazione comune per macroargomenti nelle singole materie, stabilito dai documenti generali dei Dipartimenti stessi.

5) La quota di fondi per i corsi di recupero comunicata dal MIUR è appena sufficiente per coprire la sessione estiva. Quindi, a meno che non vengano assegnate ulteriori risorse, la possibilità di attivare Sportelli/IDEI negli altri periodi dell’anno scolastico è lasciata solo a situazioni di gravità particolari.