L’azione educativa e formativa è regolata dal Patto di Corresponsabilità sottoscritto da ciascun genitore e dal Dirigente Scolastico all’atto dell’iscrizione.

Il contratto formativo che ne deriva si stabilisce tra la scuola e l’allievo e alla sua definizione partecipano i vari soggetti della comunità scolastica nell’ambito delle proprie competenze. Il contratto formativo è elaborato tenendo conto degli obiettivi formativi e dei contenuti definiti nei diversi livelli istituzionali ovvero i programmi ministeriali, la programmazione dei Dipartimenti Disciplinari, la programmazione dei Consigli di Classe, la validazione e la verifica del Collegio dei Docenti.

Nel formulare il contratto formativo, il Consiglio di classe dovrà rispettare gli impegni esplicitati nel Piano dell’Offerta Formativa e tenere presenti i seguenti principi:

  1. lo studente ha diritto alla partecipazione attiva e responsabile alla vita della scuola.
  2. I docenti attivano con gli studenti un dialogo costruttivo in tema di programmazione, definizione degli obiettivi didattici e criteri di valutazione.
  3. I docenti prendono in seria considerazione le proposte degli studenti e dei genitori e cercano di attuarle motivando gli eventuali aggiustamenti.
  4. I docenti si impegnano a rendere trasparenti le proprie scelte e i propri metodi di lavoro.
  5. I docenti si impegnano a favorire la partecipazione attiva degli studenti facilitando il lavoro di preparazione della discussione da svolgersi nel Consiglio di classe.
  6. I docenti si impegnano a far rispettare le decisioni prese in forma democratica nelle assemblee di classe.
  7. I docenti che concedono le proprie ore per le Assemblee di classe si impegnano a discutere con i rappresentanti di classe l’ordine del giorno stabilito e le modalità con cui si svolgeranno i lavori, dando indicazioni utili affinché i lavori dell’assemblea si svolgano nel rispetto delle regole della convivenza democratica.

Attraverso il Contratto Formativo, gli allievi devono conoscere:

  • gli obiettivi didattici ed educativi del loro curriculum.
  • Il percorso per raggiungerli.
  • Le fasi del loro curriculum.

Inoltre gli allievi possono:

  • avanzare proposte di approfondimento.
  • Concordare regole di comportamento all’interno della classe.
  • Concordare regole di comportamento per la conduzione delle assemblee.

In tale ambito i docenti devono:

  • esprimere la propria offerta formativa.
  • Motivare il proprio intervento didattico.
  • Precisare la scansione della programmazione e delle verifiche almeno mensilmente.

I genitori devono:

  • poter conoscere l’offerta formativa della cui informazione e comunicazione la scuola deve farsi carico.
  • Poter esprimere pareri e proposte.
  • Poter collaborare nelle attività.

Gli elementi conoscitivi sopra esposti sono documentati e precisamente indicati nel:

  • Documento di Programmazione del Consiglio di Classe.
  • Piano di lavoro annuale di ogni docente in riferimento alla classe.
  • Piano dell’Offerta Formativa adottato dal Collegio dei Docenti.