All’interno dell’offerta formativa sono compresi i momenti di recupero con lo scopo di ristabilire l’interesse verso il percorso di studio scelto oppure con l’obiettivo di colmare le lacune didattiche.


wordModulo per la richiesta di attivazione di corsi di recupero (in caso di fondi)

Recupero motivazionale

Per gli allievi che, alla fine del primo quadrimestre e durante il pentamestre, presentano numerose insufficienze dovute a difficoltà imputabili a motivi vari, demotivazione e disinteresse per l’attività scolastica in genere, sono proposti interventi di recupero strutturati come segue:

– colloquio del coordinatore di classe con l’allievo;
– colloquio del coordinatore di classe con i genitori;
– eventuale attivazione di progetti di recupero, anche individualizzati o personalizzati.

Recupero disciplinare

Le modalità di recupero  deliberate dal Collegio dei Docenti del 13 dicembre 2013 sono:

In itinere: si intende la sospensione della programmazione curricolare per ripasso collettivo di argomenti pregressi, mirata all’individuazione e al superamento delle difficoltà emerse in sede di verifica e di svolgimento delle lezioni.
Sportello: consiste in incontri in orario extracurricolare con gruppi non superiori agli otto studenti, previa prenotazione da parte degli studenti sul modulo apposito, da tenersi in giorni stabiliti dall’insegnante. 

Calendari degli sportelli a.s. 2017/2018:

Per gli sportelli di:

  • Matematica e Fisica attivati nei giorni di mercoledì e venerdì
  • chimica della Sezione Scientifica

 è necessario effettuare le prenotazione secondo le indicazioni contenute nella new imm pdf Circolare n. 83 

IDEI: corrisponde a un corso di recupero in orario extrascolastico con gruppi di studenti superiori alle otto unità e non oltre le quindici unità a seconda delle esigenze rilevate dall’insegnante.
Corso di recupero delle competenze di base: nell’a.s. 2017-18 sono stati avviati in maniera sperimentale dei moduli di recupero rivolti agli studenti delle classi prime liceali. I corsi sono finalizzati al recupero delle competenze di base necessarie per affrontare i contenuti disciplinari di italiano, inglese e matematica. Nella prima parte dell’anno i consigli di classe individuano, sulla base degli esiti dei test di ingresso e delle prime valutazioni, gli studenti che necessitano di un supporto mirato per rinforzare o acquisire quelle abilità procedurali che è necessario possedere per potere raggiungere gli obiettivi minimi disciplinari del primo anno di corso. I moduli sono strutturati in maniera tale da essere rivolti ognuno ad un numero molto limitato di studenti (massimo 5-6): si ritiene che tale modalità di azione possa garantire un supporto individualizzato allo studente, al quale viene fornito un costante feed-back su eventuali progressi e criticità che emergono dalle esercitazioni e dai compiti assegnati.

 

Insufficienza allo scrutinio del primo quadrimestre

Indipendentemente dalle modalità di recupero scelte dall’insegnante, l’insufficienza allo scrutinio del primo quadrimestre comporterà, entro la fine di febbraio, la somministrazione di una verifica che coinvolgerà soltanto gli allievi insufficienti: la valutazione della prova sarà computata nella media del pentamestre oppure corrisponderà alla prima verifica ordinaria del pentamestre.

 

Fase dei recuperi di fine d’anno

  • Nella riunione di maggio i Dipartimenti concordano:
    1. la necessità o meno di effettuare la prova di recupero finale. L’eventualità di non effettuare la prova di recupero finale deve derivare dall’averne svolte altre durante il pentamestre, tali da dimostrare che allo studente sono state offerte congrue possibilità di recuperare
    2. se proporre la prova a tutti gli insufficienti, indipendentemente dalla gravità, o solo agli studenti che presentano una effettiva possibilità di raggiungere la sufficienza
    3. modalità, date e peso della valutazione, rispetto all’andamento del profitto dell’intero anno scolastico, delle prove di recupero finale
  • I docenti comunicano agli allievi
    1. modalità e date della prova di recupero
    2. che la verifica di recupero è una sola e non può prevedere ulteriori e successivi momenti valutativi
  • l’esito della prova di recupero, sia esso positivo o negativo, deve essere comunicato allo studente in modo tempestivo e trasparente.
  • le verifiche per il recupero, siano esse scritte o orali, devono essere svolte in classe e nel rispetto dell’orario dei docenti.