La valutazione, secondo l’art. 1 comma 2 del D.P.R. 122 del 22 giugno 2oo9, “è espressione dell’autonomia professionale propria della funzione docente, nella sua dimensione sia individuale che collegiale, nonché dell’autonomia didattica delle istituzioni scolastiche”.

Ogni alunno ha diritto ad una valutazione trasparente e  tempestiva, secondo quanto previsto dall’articolo 2, comma 4, terzo periodo, del Decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249, e successive modificazioni”.

La valutazione ha carattere sempre formativo, ma conserva necessariamente la sua natura sommativa nel percorso di apprendimento degli allievi, in coerenza con i criteri elaborati dai Dipartimenti Disciplinari e approvati dal Collegio dei Docenti, secondo i parametri organizzativi individuati dai Consigli di Classe.

In ottemperanza ai principi di trasparenza della valutazione del profitto, si stabilisce che:

  • le verifiche scritte saranno corrette e consegnate entro venti giorni dalla data di somministrazione;
  • la valutazione dell’interrogazione orale sarà comunicata contestualmente alla conclusione della prova.

La valutazione delle prove viene effettuata utilizzando i voti dal 2 al 10.

Le griglie di valutazione delle prove, sia orali sia scritte, sono strutturate sulla base delle conoscenze e delle competenze delle varie discipline ed elaborate dai dipartimenti. Una copia è allegata ai documenti di programmazione dei singoli docenti presenti sul sito dell’istituto.

Le griglie di valutazione delle singole discipline sono articolate sui criteri generali elencati nel documento “Griglia di valutazione generale”, che esplica la corrispondenza tra il voto e gli indicatori relativi a conoscenze, abilità e competenze.

new imm pdf griglia valutazione generale, deliberata dal Collegio dei Docenti.

Per le valutazioni orali possono essere utilizzate anche interrogazioni scritte.

Il numero minimo di verifiche per ogni periodo didattico è stabilito, ad inizio anno scolastico, nelle riunioni dei Dipartimenti e successivamente approvato dal Consiglio di Classe e trascritto nel documento di programmazione, presente sul sito.

Le valutazioni sono riportate sul registro online.

Il voto di comportamento, concorre, nello stesso modo dei voti relativi a ciascuna disciplina alla determinazione della media M dei voti conseguiti in sede di scrutinio finale di ciascun anno scolastico. Tale valutazione avviene secondo i criteri esplicati nella seguente griglia:

new imm pdf Griglia valutazione condotta.