Alle volte ci accorgiamo che autori vissuti centinaia di anni fa possono rivelarsi più attuali di quanto avremmo potuto immaginare; Cicerone è indubbiamente uno di questi. Ne abbiamo avuto la conferma svolgendo il lavoro che ci era stato assegnato dalla professoressa Mundula all’inizio dell’anno. Questo consisteva nella lettura estiva del “De Amicitia ” ed in seguito nella traduzione fatta a gruppi di alcuni capitoli dell’opera. Alla fine di questo processo di traduzione abbiamo messo in scena delle piccole rappresentazioni che proponevano la nostra reinterpretazione della visione di Cicerone sull’amicizia. Dopo la messa in scena in classe sono stati scelti i due gruppi vincitori che hanno impostato le rappresentazioni in maniera totalmente differente; un gruppo è rimasto molto fedele al testo dell’opera mentre l’altro ha dato alla scenetta teatrale un’impostazione più soggettiva e attuale.

Recitano: Michela Aimonetto, Marta Cagna, Mattia Costantino, Ana Constantinovici, Francesca Olivetti, Gianluca Orso, Arianna Pricco. Montaggio di Virginia Citraro. 4B 2014-2015.