Progetto Aldo Moro al verde

Gli studenti della 2C 2014-2015 hanno conosciuto i movimenti di guerrilla gardening nelle principali città europee grazie ad alcune lezioni di geografia della professoressa Sandra Ghironi sull’agricoltura urbana. Da qui è nato il progetto di giardinaggio chiamato “Aldo Moro al verde”, volto a migliorare l’ estetica della scuola e ad aiutare, seppur in minima parte, l’ambiente.

Il guerrilla gardening  altro non è che una forma di giardinaggio politico, un’ azione non violenta, praticata soprattutto dagli ambientalisti. Questi movimenti sono solitamente legati  alle problematiche riguardanti i diritti della terra. Gli attivisti occupano un pezzo di terra abbandonato, non di loro proprietà, per farci crescere piante o colture. Certi gruppi di guerrilla gardening compiono le loro azioni durante la notte, quasi in segretezza, per prendersi cura delle loro aree verdi. Altri lavorano più apertamente, cercando di coinvolgere le comunità locali.

Ispirandosi a questi movimenti gli studenti della 2C hanno raccolto i fondi necessari all’interno della scuola (circa 300 €) e deciso di “occupare” le aiuole:

primaAiuola

La prima aiuola realizzata è  di piante officinali, come la malva, la melissa, la menta, l’origano, la lavanda…

Per la sua realizzazione, sono state tolte le erbacce da un quadrato di terreno di circa due metri per due, circondato poi con una bordura di mattoni. E’ stato steso sulla terra (terreno + terriccio + stallatico) un telo per pacciamatura (per limitare la crescita di erbacce e per trattenere l’umidità), nel quale poi sono state piantate le piante. Una volta finito, il telo è stato ricoperto con della corteccia di pino.

Nella seconda aiuola gli alunni invece hanno piantato fiori, come ad esempio le viole del pensiero e la verbena. Quest’area ha forma rettangolare, più grande della prima, ed è sempre bordata da mattoni. Il suo interno è suddiviso in parti, riempite con ciottoli di diverso colore (rosso, marmo bianco, lapilli), sistemati su una rete plastificata, che facilita la pulizia e il mantenimento dell’aiuola. Ai quattro angoli, ci sono dei quadrati con i fiori, mentre al centro c’è una lavanda ad albero, con un contorno di piastrelle dispose verticalmente.

I ragazzi hanno in programma un’altra aiuola, più precisamente un giardino roccioso, sempre nel cortile del liceo, mentre i loro progetti per il cortile della sezione tecnica avranno inizio solamente il prossimo anno.

1 albero