Nell’anno scolastico 2009-2010 nell’Istituto  è stata installata una cella robotica COMAU e da allora il “Moro” è parte attiva della rete “Robotica a scuola” che vede coinvolti soggetti diversi, tra cui l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, la Regione Piemonte, la Provincia di Torino– Assessorato all’Istruzione, la Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino, l’Unione Industriali della Provincia di Torino, l’AMMA (Aziende Meccaniche, Meccatroniche, Associate) e il Politecnico di Torino.

Nel corso di questo periodo sono stati portati avanti, nella sezione Meccanica e nel biennio della Sezione Tecnica, diversi percorsi volti a far acquisire agli alunni le competenze richieste nel campo della robotica, che ha assunto solo negli ultimi anni la veste di una materia autonoma ben definita, con la caratteristica di contaminare diverse discipline tradizionalmente slegate tra loro.

Nelle classi del biennio, l’approccio alla robotica avviene attraverso l’utilizzo dei robot della Lego per poi passare all’applicazione delle competenze acquisite, grazie alla collaborazione dei compagni del triennio, sul robot della COMAU. Ne è un esempio il lavoro portato avanti nelle classi seconde sul packaging del cioccolatino.

robot 3

robot 2

 

 

 

 

 

In particolare per le Classi Terze, Quarte e Quinte articolazione Meccanica e Meccatronica il Collegio dei Docenti in data 14 giugno 2014 ha deliberato l’introduzione della disciplina Robotica, secondo l’art 5 comma 3 punto a) DPR n.88/2010.

Le ore di robotica, formate da lezioni frontali e attività di laboratorio, sono ricavate, nell’ambito dell’autonomia scolastica, dal monte ore annuo delle discipline tecniche (classi di concorso A020 Discipline meccaniche e tecnologia e C320 Laboratorio meccanico e tecnologico) dell’indirizzo. Non si altera né il quadro orario né la composizione delle classi e alla robotica è  attribuita un’ora settimanale per classe.

Finalità
Il perito meccanico ha un profilo culturale e professionale focalizzato su conoscenze scientifiche e tecnologiche riguardanti l’automazione di sistema e di processo. Al fine di arricchire tale profilo si vuole introdurre la materia robotica, che va ad aggiungersi alle altre discipline tecniche dell’indirizzo.
L’ insegnamento della robotica si prefigge di:
– diffondere la cultura robotica e dei sistemi intelligenti attraverso il consolidamento e il trasferimento di tecnologie e competenze interdisciplinari;
– realizzare un prodotto formativo di prestigio e di grande attrazione, in quanto si riferisce ad un settore di elevata specializzazione e ad alto tasso di innovazione;
– formare una figura professionale in grado di utilizzare le conoscenze tecniche acquisite su automazione e robotica, al fine di inserirsi in realtà industriali che impiegano robot e macchine programmabili per l’automazione dei processi produttivi.

Obiettivi formativi
– Migliorare le competenze sull’automazione industriale, acquisendo la capacità di programmare e utilizzare il sistema robotizzato C5G di “COMAU”.
– Arricchire gli apprendimenti curricolari delle discipline tecniche e il percorso formativo.

Obiettivi di apprendimento
Al termine del corso l’allievo dovrà dimostrare di:
– possedere una buona conoscenza di base dei principi di programmazione e uso del sistema robotizzato “C5G”, che consenta di creare, modificare e mandare in esecuzione programmi elementari;
– sapere utilizzare istruzioni complesse in fase di programmazione, in modo da sfruttare il sistema al massimo delle sue potenzialità;
– sapere utilizzare il “simulatore SMART Sim 3D”.

Contenuti
Gli argomenti della materia si riferiscono all’uso didattico della cella robotica, articolati in “uso e programmazione del sistema C5G” con terminale di programmazione, “programmazione avanzata con il programma WIN C5G”su PC e uso del “simulatore”, per simulare la creazione di “TOOL” e celle robotiche.

Uso e programmazione del sistema C5G
– Descrizione dell’unità di controllo
– Descrizione del terminale di programmazione
– Movimentazione del robot nello stato di programmazione
– Calcolo di TOOL e UFRAME
– Creazione di programmi in ambiente di programmazione IDE
– Gestione file e programmi

Programmazione con WIN C5G su personal computer
–  Il linguaggio di programmazione PDL2
– Programmazione off-line
– Controllo del movimento
– Controllo dell’esecuzione dei programmi
– Routine e Condition.